Convegno1975ok50 anni  

Il Consorzio

Il Consorzio è stato costituito nel 1961 da alcuni cittadini di San Daniele e da tutti i produttori del Prosciutto di San Daniele dell’epoca con lo scopo di tutelare il nome Prosciutto di San Daniele e di stabilire delle regole che fossero obbligatorie ed uguali per tutti i produttori.

In particolare per garantire ai consumatori un adeguato livello di qualità comune a tutti i prosciutti immessi sul mercato i produttori hanno stabilito una serie di regole che obbligavano per primi essi stessi a rispettarle ed applicarle. Le norme riguardavano gli elementi essenziali della produzione del prosciutto: la provenienza dei maiali; il luogo della stagionatura; le fasi della lavorazione; la durata minima della stagionatura; le caratteristiche organolettiche.

Il processo di aggregazione tra imprese concorrenti sul mercato non è stato facile, ma la volontà di collaborare per difendere un patrimonio comune ha portato al consolidamento e ad un continuo e progressivo rafforzamento dell’aggregazione consortile.

Dopo una prima fase a carattere volontario, nel 1970 viene promulgata dallo Stato Italiano la prima Legge di tutela del prosciutto di San Daniele, la n. 507 che, recependo le norme con cui i produttori si erano autoregolati fin dal 1961, ha stabilito le Regole di Produzione: il San Daniele è da questo momento una DOC Denominazione di Origine Controllata.

Nel 1990 con la Legge n. 30  la Repubblica italiana rafforza la tutela del San Daniele, con l’innalzamento del livello dei criteri di qualità e l’ampliamento dei controlli oltre ad una nuova attribuzione di ruoli e prerogative al Consorzio: il San Daniele è DOT Denominazione di origine tutelata.

Nel 1996 ai sensi del Regolamento CEE n. 2081/92 (oggi abrogato e sostituito dal Reg. CE n. 1151/2012) con il Reg. CE 1107 l’Unione Europea iscrive il prosciutto di San Daniele tra i prodotti europei su cui estende la tutela e la protezione comunitaria: il prosciutto di San Daniele diventa  DOP Denominazione di Origine Protetta.

Nel 2002, dopo i decreti ministeriali del 1982 e 1994, il Consorzio viene nuovamente incaricato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali della tutela del prosciutto di San Daniele, in base all’art. 14, comma 15 della Legge 526/99  che ha regolamentato in Italia i Consorzi di tutela dei prodotti DOP e IGP.

Il Consorzio del prosciutto di San Daniele oggi è un consorzio di imprese a cui aderiscono 31 produttori di prosciutto, tutti situati nel comune di San Daniele del Friuli (UD). Il comparto produttivo conta 4290 allevamenti e 71 macelli tutti ubicati nelle 10 Regioni italiane previste dal Disciplinare.