Oltre l'eccellenza

Perseguiamo l’eccellenza con impegno e trasparenza in sinergia con gli attori della nostra catena del valore, proteggendo la natura e tutelando la salute dei consumatori.

Il modello di eccellenza e sostenibilità del Consorzio

L’impegno del Consorzio del Prosciutto di San Daniele per la natura e la salute delle persone è racchiuso all’interno del suo modello di eccellenza e sostenibilità:

due pilastri trasversali rappresentano l’approccio comportamentale e valoriale del Consorzio

quattro ambiti di sostenibilità definiscono le responsabilità e le azioni per garantire l’eccellenza del prodotto.

I due pilastri del modello

L’affidabilità di un carattere rigoroso

Il Consorzio agisce in maniera rigosa ed è dotato di un assetto di regole interne e di sistemi di controllo esterni capace di assicurare affidabilità e indipendenza dell’intero operato:

  • Sistema di governance che garantisce autonomia rispetto ai produttori e assicura che gli amministratori operino nell’interesse generale del comparto e di tutti i consorziati;
  • Strumenti di gestione interna che assicurano correttezza nella conduzione delle attività;
  • Attività di controllo accurata e affidabile attraverso un ente indipendente.

Una tradizione che si (r)innova

Il Consorzio innova per un prodotto di alta qualità, valorizzato da un legame tra tradizioni e innovazioni tecnologiche:

  • Metodi e mestieri che tramandano tradizioni e preservano la qualità del prodotto;
  • Impegno continuo nella ricerca di soluzioni innovative che rafforzano il rapporto di fiducia con il consumatore attraverso una gestione trasparente e sostenibile del processo produttivo.

I quattro temi di sostenibilità

Il Consorzio assicura la tracciabilità della filiera

L’autenticità del prosciutto di San Daniele ha inizio dal controllo della materia prima in ogni fase della sua lavorazione, che è garantita lungo tutta la filiera dal lavoro dell’Organo di Controllo indipendente IFCQ Certificazioni Srl, vigilato nel suo operato dal Ministero delle politiche agricole alimentari.

Il Consorzio permette a tutti di conoscere l’origine delle materie prime e la qualità del prodotto finale attraverso un sistema certificato di tracciabilità del prodotto in ogni fase della catena del valore – dall’allevamento degli animali, alla stagionatura delle cosce, fino all’apposizione del marchio a fuoco DOP. Questo è reso possibile grazie a un impegno da parte del Consorzio di San Daniele che dura da oltre 20 anni.

Da giugno 2019, ogni vaschetta di prosciutto preaffettato ha un

QR code unico che permette di conoscere la provenienza del prodotto, per garantire la trasparenza della filiera di produzione.

Il Consorzio ha a cuore la natura

Il Consorzio supporta i produttori di San Daniele nella gestione sostenibile degli impatti ambientali legati ai processi di produzione del prosciutto.

 

È pioniere nella costituzione di aggregazioni di imprese per la gestione di servizi ambientali, sensibilizzando i produttori nel valutare i propri impatti sull’ambiente e nel rendere i propri siti produttivi più sostenibili.

I servizi in cui il Consorzio assiste i propri consorziati sono:

  • lo smaltimento delle acque reflue;
  • la gestione dei rifiuti (tra cui recupero di sale e salamoia);
  • la gestione collettiva di servizi di energia elettrica e gas

Il Consorzio si fa promotore attivo della diffusione dei principi di sana nutrizione

La qualità del prosciutto di San Daniele deriva dall’attenzione posta lungo tutta la filiera suinicola, e attività di formazione e informazione per i consorziati.

Il Consorzio organizza corsi e incontri con esperti per garantire sicurezza dei siti produttivi e avvia sinergie con i suoi partner per valorizzare e migliorare la qualità del prodotto da offrire ai consumatori. Il dialogo con loro è un aspetto fondamentale per veicolare e sensibilizzare sul carattere sano e nutriente del prosciutto di San Daniele.

Attraverso progetti di promozione dedicati al territorio, il Consorzio è attivo nella diffusione della conoscenza del prodotto e del suo apporto nutrizionale per una dieta equilibrata.

Il Consorzio promuove il benessere animale

Il Consorzio si pone come guida e facilitatore tra i diversi attori della filiera per lo sviluppo di progetti finalizzati al miglioramento delle pratiche di allevamento.

 

Per garantire la salute degli animali e valorizzare le attività degli allevatori, ha sviluppato il progetto “con l’obiettivo di classificare gli allevamenti della filiera sulla base delle migliori pratiche di benessere animale. In questo modo il Consorzio seleziona gli allevatori più virtuosi per collaborare in attività di allevamento sostenibili.

Il progetto “Italico” prevede che i veterinari effettuino i controlli presso gli allevamenti compilando specifiche checklist che monitorano:

  • il miglioramento delle pratiche di allevamento;
  • l’uso responsabile di farmaci;
  • la biosicurezza.