Domande & Risposte

 

Che cos’è ITALICO?

“ITALICO – Il maiale nato e allevato in Italia nella filiera del San Daniele” è un marchio commerciale privato che identifica le carni fresche provenienti da suini allevati nella filiera del Prosciutto di San Daniele DOP.

 

Chi gestisce il marchio ITALICO?

Il marchio è di proprietà di PROMO SAN DANIELE SPA, società controllata dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele.

 

Quanti suini possono accedere al marchio ITALICO?

Al massimo 2 milioni di capi/anno. Raggiunta tale soglia non sarà più possibile registrarsi come fornitori.

 

Quali vantaggi dà essere un allevamento fornitore di ITALICO?

Solo registrandosi come fornitore è possibile apporre il marchio commerciale sulle confezioni di carni suine fresche. Inoltre si beneficia di un programma di rilevamento dati senza alcun costo a carico dell’allevatore.

 

Chi può registrarsi come fornitore di ITALICO?

Tutti gli allevamenti di suini appartenenti al circuito DOP San Daniele, indipendentemente dalla tipologia (ingrasso, magronaggio, scrofaia, ciclo chiuso, ciclo aperto) e dall’appartenenza a cooperative, organizzazioni di prodotto e/o altre organizzazioni di settore.

 

Come ci si registra per la fornitura di ITALICO?

Contattaci via e-mail all’indirizzo italico@prosciuttosandaniele.it o telefonicamente al +39 0432 957515 richiedendo la registrazione.

 

Quanto costa e che obblighi comporta registrarsi come fornitore di ITALICO?

L’iscrizione è completamente gratuita. È obbligatorio sottoporsi ad un programma di rilevamento dati (senza costi a carico dell’allevatore) sulla biosicurezza, sull’utilizzo dei farmaci e sul benessere animale attuato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna – IZSLER.

 

In cosa consiste il programma obbligatorio di rilevamenti in allevamento?

Due volte all’anno un tecnico dell’IZSLER visita l’azienda e rileva dati riguardanti la biosicurezza, l’utilizzo dei farmaci e il benessere animale secondo le più recenti ed accreditate modalità. Il rilevamento ha una durata variabile tra 1 e 3 ore, i dati raccolti sono strettamente riservati.

 

Da chi sono visibili i dati raccolti nelle visite in allevamento?

Esclusivamente dai tecnici dell’IZSLER e dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele. Nessun altro potrà consultare i dati raccolti nel singolo allevamento.

 

Cosa succede se nel primo rilevamento viene trovato un livello di benessere basso?

Niente. Il primo rilevamento ha solo lo scopo di inquadrare la situazione: il tecnico si limita ad osservare le normali pratiche di allevamento senza rilasciare giudizi.

 

Cosa sarà osservato nei rilevamenti periodici successivi?

Di volta in volta saranno stabiliti dei traguardi di miglioramento facilmente realizzabili in base alla situazione precedente. Se questi minimi cambiamenti non saranno applicati sarà valutata l’interruzione della fornitura di ITALICO dall’allevamento.

 

È obbligatorio vendere i suini grassi ai macelli convenzionati con ITALICO?

No. Gli allevamenti registrati come fornitori possono vendere i suini dove preferiscono. Tuttavia solo gli animali destinati ai macelli convenzionati potranno beneficiare del marchio ITALICO.

 

Quali sono i macelli convenzionati con ITALICO?

Al momento non è ancora iniziata la produzione di carni fresche a marchio ITALICO. Il primo macello sarà OPAS Soc. Coop. Agr. (ITALCARNI) di Carpi (MO).

 

È riconosciuto un valore aggiunto fisso al prezzo di vendita dei suini degli allevamenti fornitori di ITALICO?

No. Non c’è una maggiorazione fissata del prezzo di vendita rispetto alle normali quotazioni dei suini.

 

Posso utilizzare i risultati del rilevamento per fini commerciali?

No. È vietato qualsiasi utilizzo non autorizzato dei rapporti di valutazione consegnati agli allevatori in seguito ai rilevamenti.

 

La pagina Domande&Risposte è in costante aggiornamento.

Non trovi la risposta alla tua domanda?

Scrivicela a italico@prosciuttosandaniele.it